Aquile San Martino

Trekking Selvaggio Blu

Trekking Selvaggio Blu

Data Inizio: 01/10/2017 17.30
Data Fine: 08/10/2017 11.00
Luogo: Santa Maria Navarrese
Costo: 990.00

 

img_2246

Il sentiero Selvaggio Blu è considerato giustamente da molti il trekking più bello d’Europa, l’itinerario costeggia parte del Golfo di Orosei, da Baunei a Cala Sisine, immerso nella fitta macchia mediterranea, tra strapiombanti pareti rocciose e strette valli che conducono a insenature dalla sabbia dorata.

Dovremo affrontare un percorso lungo e impegnativo: l’orientamento tra la fitta vegetazione, i passaggi di arrampicata su roccia (max 4° grado), diverse corde doppie…
Tutto questo ci regalerà momenti d’intensa avventura e forti emozioni con panorami mozzafiato su paesaggi straordinari, bivacchi in riva al mare al chiaro di luna, … bagni in acque cristalline.

A parte la prima notte è sempre possibile un bagno in mare al termine di ogni tappa.
Al trekking possono partecipare escursionisti allenati e abituati a camminare 6/7 ore al giorno con uno zaino mediamente pesante, max 10 kg.

Per quanto riguarda il superamento delle difficoltà di orientamento, dei passaggi d’arrampicata e delle corde doppie è fondamentale essere accompagnati in sicurezza esclusivamente da una Guida Alpina che conosca bene i luoghi del trekking.

Si possono scegliere percorsi alternativi in base alle capacità dei partecipanti.
L’ organizzazione logistica del trekking può variare in base alle esigenze del gruppo. Il rapporto tra guida e cliente non superano mai le 6/8 persone in base alla difficoltà dell’itinerario deciso.

Impegno: EEA, trekking per escursionisti allenati anche non pratici di scalate (ci pensa la Guida). Durata: 6 gg di trekking

Pernottamenti: due in B&B in camere doppie o triple e 5 pernottamenti in tenda o Open Air (bivacco all’aperto) in base alle vostre esigenze.

 

Programma:

  • –  1° giorno: Ritrovo a Santa Maria Navarrese alle 17.00 per preparare i bagagli, breafing. Alloggiamento in B&B e cena in ristorante tipico sardo.
  • –  2° giorno: Colazione partenza. Da Santa Maria Navarrese a Pedra Longa. Possibilità di scalare l’Agugliastra o sostare al mare per un paio d’ore, poi salita al Cuile de Us Puggius (ca. 5 ore totali): Bella tappa di “riscaldamento” che attraversa un facile ma molto spettacolare sentiero in costa da Santa Maria Navarrese fino a Pedralonga. Da qui si sale in direzione di Punta Giradilli per sentiero più ripido fino a prendere la spettacolare cengia che ci conduce agli Ovili di Us’Piggius. Possibilità di integrare anche con il percorso più alpinistico delle cengie che portano a punta GIradili. Cena tipica in Ovile.
  • –  3° giorno: Da Cuile de Us Puggius a Porto Pedrosu (ca. 6 ore): Dall’ovile si prosegue in cresta con brevi sali-scendi e con tratti spettacolari sulla scogliera fino a raggiungere Capo Montesanto. Si sale con breve arrampicata Bacu Tenadili per poi raggiungere la bellissima insenatura di Porto Pedrosu prima e Porto Quau in seguito.
  • –  4° giorno: Da Porto Pedrosu a Cala Goloritzé (ca. 8 ore): Lunga tappa da 8 ore con un dislivello in salita che inizia a farsi sentire (565 metri). A parte l’orientamento su sentieri non sempre chiarissimi non si incontrano grosse difficoltà tecniche. Insuperabile per bellezza la meravigliosa Cala Goloritzè con la sua famosa Aguglia. Per chi volesse è possibile scalare la guglia per la via Easy Gimno (max 6a+) prenotandosi al momento dell’iscrizione.
  • –  5° giorno: Da Cala Goloritzé alla Grotta del Fico: (ca. 6 ore)Si risale dapprima il canyon di Boladina (30 m – IV) per poi scendere nel versante opposto fino al Bacu Mudaloru che si costeggia sulla sua riva sinistra idrografica fino ad arrivare in località Ololbizzi, sull’altopiano soprastante. Addendrandoci poi nella Scalta Oggiastru lato mare si arriva alla Gola nascosta di Sa Nurca (la Fessura) da dove con due calate in corda doppia si raggiunge la grandiosa foresta di Biriola, sospesa sul mare e poi la Grotta del Fico, stupenda grotta sospesa sul mare. E’ stata recentemente costruita una ferrata che evita il passaggio della Boladina e che mantiene il sentiero più basso rispetto al percorso originale, rappresenta una splendida alternativa con visita alla spiaggia di Cala Ispuligidenie (Mariolu), che altrimenti non verrebbe visitata. Per compiere questo percorso alternativo, denominato “Selvaggio Blu più blu” occorre avere un buon piede fermo su ghiaioni e una minima padronanza dell’esposizione.
  • –  6° giorno: Da Grotta del Fico a Cala Biriala: stupenda tappa con brevi passaggi d’arrampicata sulle scogliere, passaggi in grotta e una bellissima calata di 50 mt. sulla spiaggia.
  • –  7° giorno: Da Cala Biriala a Cala Sisine o a Cala Luna: Si attraversa in mezzacosta tutta la boscaglia di Biriola e di Oronnoro , si accede poi alla Costa di Sisine attraverso un passaggio fatto esplodere dai Carbonai il secolo scorso, per poi affrontare le bastionate rocciose che sbarrano l’accesso a Cala Sisine attraverso un complesso sistema di cenge e paretine da scalare. Cena di pesce all’Ovile di Cala Sisine. Qui termina “selvaggio Blu” nella sua versione originale, chi vuole può fermarsi qui oppure con altre 4 ore di cammino si può raggiungere Cala Luna, considerata con le sue caratteristiche grotte che si affacciano sul mare una delle più belle spiagge del Mediterraneo.
  • –  8° giorno: Colazione e rientro in Gommone a Santa Maria Navarrese e poi al B&b lasciato la prima notte per la doccia e il recupero dei bagagli.

 

  • ATTENZIONE (il programma può subire variazioni a causa delle condizioni metereologiche e a quelle psicofisiche del gruppo a discrezione delle Guide Alpine)-

 

  • Costo per un gruppo di 6 persone: € 990 a testa. Il prezzo comprende:
  • –  Accompagnamento effettuato da una Guida Alpina UIAGM esperta dei luoghi.
  • –  2 notti in B&B o appartamento in camere doppie o triple con prima colazione.
  • –  tre cene in ristorante e ovile: due tipiche sarde ed una a base di pesce.
  • –  cene, pranzi e colazioni durante il trekking.
  • –  2 approvvigionamenti giornalieri in gommone o fuoristrada che danno la possibilità di scaricare gran parte del peso dallo zaino.
  • –  Allestimentodeicampibivacchi.
  • –  Rientro da Cala Luna a Santa Maria Navarrese in gommone l’ultimo giorno.
  • –  Alloggiamento custodito dei bagaglii a Santa Maria Navarrese.

 

  • Il prezzo non comprende:
  • –  Trasporti per arrivare a Santa Maria Navarrese. E’ possibile organizzare in vari modi il transfert con accordi extra price.
  • –  tutto ciò non espressamente indicato nella voce precedente.

 

  • –  Materiale personale:
  • Attrezzatura individuale necessaria:Zaino 50/60 lt.
    Sacco a pelo leggero (sacco da bivacco utile) materassino poliuretano (dormiben)Imbragatura, un moschettone a ghiera, un cordino di 2 m. diam. min. 7 mm Lampada frontale
    Tazza, piatto, posate.
    Scarpe da trekking collaudate – Ciabatte o sandali leggeri3 /4 Magliette possibilmente chiare – Calze e mutande tre ricambi. Costume da bagno. Robusti pantaloni in tela + pantaloni corti. Felpa in cotone o pile leggero.
    Giaccavento leggera (K-way)Mantellina o poncho antipioggia Spago sottile
    Cappello

    crema ed occhiali da sole
    Repellente per insetti
    Asciugamano + Occorrente per toilette

• • • • • • • • • • • • • • • •



Iscriviti alla gita

Altri eventi